Un'assicurazione d'indennità giornaliera per indipendenti e impiegati:

la protezione contro la perdita di salario a medio termine al prezzo vantaggioso della tariffa collettiva!

In qualità di datore di lavoro avete l'obbligo, secondo le disposizione del Codice delle Obbligazioni, di versare il salario ai propri dipendenti, anche se questi fossero impediti al lavoro in caso di malattia. Con l'aumento degli anni di servizio presso lo stesso datore di lavoro, aumenta anche la durata dell'obbligo a carico del datore di lavoro al versamento del salario. Queste disposizioni sono menzionate esplicitamente nei contratti di lavoro abituali della SSO. Il datore di lavoro ha la possibilità di concludere un'assicurazione d'indennità giornaliera a favore dei propri impiegati: i premi vengono ripartiti nella misura di ½ tra impiegati e datore di lavoro. Con questa assicurazione l'obbligo al versamento del salario da parte del datore di lavoro al salariato impedito al lavoro a cause di malattia, viene assunto, dopo lo scadere periodo d'attesa concordato, dall'assicuratore. Con la conclusione di una simile assicurazione offrite inoltre una copertura assicurativa che va oltre i limiti temporali imposti dalla legge.

Nel caso lei come indipendente fosse impedito al lavoro a causa di infortunio o malattia, chi si assume i costi generati dallo studio dentistico? Le rendite d'invalidità del 1°, 2° e/o 3° pilastro intervengono di regola dopo un periodo d'attesa di 12 o 24 mesi. Per sopperire a questa lacuna assicurativa agli indipendenti conviene stipulare una assicurazione d'indennità giornaliera con una durata di 2 anni. Con un'indennità giornaliera fissa concordata, le conseguenze economiche d'una incapacità lavorativa a seguito d'infortunio o malattia vengono attenuate notevolmente.

Partner

Logo